Un capolavoro dell’architettura.

29/06/2020

Dopo oltre 100 anni, la costruzione terrazzata è ormai il simbolo della fabbrica Junghans e funge da fonte di ispirazione per orologi del tutto speciali. Come quelli della serie limitata Meister Terrassenbau.



Eretto su un declivio naturale, l’edificio terrazzato è una delle costruzioni industriali più spettacoli al mondo, testimone di un’epoca indelebile attraversata della fabbrica di orologi Junghans. Un’epoca che rivive in due edizioni limitate a 1.500 esemplari: il Meister Classic Terrassenbau e il Meister Handaufzug Terrassenbau.

All’inizio del XX secolo Junghans è la più grande fabbrica di orologi al mondo, e la domanda di orologi della Foresta Nera continua a crescere. Dal momento che la vallata in cui si trova lo stabilimento è già allora densamente edificata, Arthur Junghans e l’architetto di Stoccarda Philipp Jakob Manz decidono di costruire un edificio a nove livelli su un ripido pendio con una fitta vegetazione di abeti rossi. Nei decenni successivi, la struttura terrazzata diviene il cuore pulsante dell’assemblaggio di orologi e calibri.

È l’epoca in cui hanno origine anche i modelli Meister. I primi orologi meccanici di questa linea compaiono già negli anni ‘30, vivendo poi la loro epoca d’oro negli anni ‘50 e ‘60. Movimenti automatici come il calibro cronometrico J83, sviluppato per la linea Meister, sono tra i più ambiziosi mai fabbricati nello stabilimento terrazzato.

Questa fase molto particolare della storia contemporanea continua a vivere al polso di chi indossa la serie Meister Terrassenbau. Entrambe le edizioni speciali limitate sono caratterizzate dall’eleganza classica dei modelli Meister: la struttura particolarmente sottile, il quadrante curvato convesso con gli indici principali in rilievo e l’estetica armonica delle sfumature di colore sono il prodotto della maestria dei nostri orologiai.

La struttura sinuosa, un emblematico elemento di design ispirato all’edificio terrazzato, si rispecchia nella minuteria: con il suo grigio delicato, si distingue discretamente dall’argento opaco del quadrante. Lungo il bordo esterno della minuteria corre un anello bianco che evidenzia visivamente il quadrante finemente lavorato.

La tonalità del cinturino in pelle d’alligatore è un diretto rimando al verde scuro delle piastrelle dei vani scale del monumento dell’architettura. E il fondello rivela una raffigurazione particolarmente pregevole, realizzata nella nostra stamperia, della fonte di ispirazione stessa. Le finestre vetrate in miniatura consentono inoltre di dare un’occhiata all’interno: come le fasi di fabbricazione degli orologi, sottilissimi ingranaggi meccanici agiscono con precisione uno dopo l’altro.

Oggi, dopo una corposa ristrutturazione, l’edificio terrazzato, inserito nel patrimonio artistico nazionale, ospita un museo sulla storia dell’orologeria nella Foresta Nera. E ancor oggi, a cent’anni dalla sua costruzione, funge da ispirazione per orologi del tutto speciali come il Meister Classic Terrassenbau e il Meister Handaufzug Terrassenbau.